Home   /  Monitoraggi

 

 

 L'ass.ne CREATURE DEL MARE attraverso i suoi monitoraggi partecipa al progetto "seawatcher"

 

La piattaforma SEAWATCHERS ha lo scopo di far collaborare associazioni di tutela ambientale, i cittadini

e gli scienziati, al fine di indagare insieme sull'attuale stato dei nostri mari e oceani .
I cittadini possono partecipare contribuendo con le loro osservazioni ed esperienze .

Vogliamo capire meglio gli effetti del riscaldamento globale , l'inquinamento , i cambiamenti 
della biodiversità , invasioni di specie esotiche e sovrasfruttamento degli ecosistemi marini .

A tal fine , raccogliamo le osservazioni e gli avvistamenti sulla distribuzione e l'abbondanza delle specie

marine comuni , l'emergere di rare o invasive specie marine o dei segnali di cambiamento negli ecosistemi 
( mortalità di organismi , accumulo di superficie e di inquinamento di fondo ) .

Questa piattaforma di progetti , legata a diverse ricerche in corso,coordinata dall'Istituto di Scienze Marine

di Barcellona ( CSIC ) ,si avvale della collaborazione delle associazioni di tutela ambientale, dei cittadini ,

e di scienziati provenienti da diversi centri nazionali e internazionali , al fine di instaurare un dialogo reciproco

attorno a tutti questi problemi sulla base delle evidenze fondate .
http://www.observadoresdelmar.es/

 

-  MONITORAGGIO SPIAGGIA DI TORVAJANICA - POMEZIA (RM)       30/10/2015

 

 

 

 

-  MONITORAGGIO SPIAGGIA DI LATINA (LT)                                      04/11/2015

 

 

 

MONITORAGGIO SPIAGGIA LIDO DELLE SIRENE ANZIO (RM)                 07/11/2015

 

 

 

 

MONITORAGGIO SPIAGGIA DI NETTUNO(RM) ZONA SARACCA E CRETAROSSA            29/11/2015

 

 

 

Monitoraggio spiaggia di Tor caldara - Anzio (rm)                                  02/12/2015

 

 

 

 

MONITORAGGIO SPIAGGIA DI TORVAIANICA (RM)                                 03/01/2016

 

 

Conclusi i monitoraggi costieri nel tratto Ostia(Rm) - Latina per la stagione autunno-inverno.I dati raccolti, in particolare quelli relativi alle specie di meduse spiaggiate, hanno reso possibile l'incremento del data base della piattaforma internazionale "Seawatchers".